Bergamo a Porto Viro per sfatare il tabù trasferta. Il ds Insalata: “Curare i dettagli”

Bergamo a Porto Viro per sfatare il tabù trasferta. Il ds Insalata: “Curare i dettagli” Previous item Porto Viro-Bergamo 3-0 Next item Vibo Valentia - Bergamo 3-0

Contro un nugolo di ex, contro il mal di trasferta. Lo scorso anno Porto Viro costrinse l’Agnelli Tipiesse all’unico tie-break della regular season, la classifica di oggi suggerisce uno scontro delicatissimo. Bergamo a + 4 sui veneti (29 punti contro 25) e a – 1 dalle seconde della classe, Castellana Grotte-Santa Croce. Dopo sei ko esterni consecutivi in campionato, Cominetti e compagni vogliono ripartire dalla prestazione vista nella semifinale di Coppa Italia di mercoledì a Vibo Valentia, senza dubbio la migliore – severissimo risultato a parte – vista fin qui. Dalla parte opposta coach Matteo Battocchio (in A3 con Cisano tre stagioni fa) oltre a Pierotti, Sette, Erati e capitan Garnica. Carne al fuoco anche fin troppa per tenere la concentrazione al massimo. Senza “mancare” la cura dei dettagli come accaduto in maniera fatale in Calabria. Come sottolinea il direttore sportivo Vito Insalata: “Lo 0-3 fa male – dice – non perché è il primo che subiamo in questa stagione, ma per come è arrivato. Contro avversarie come Vibo, se si ha un’opportunità va capitalizzata in pieno. Noi non ne abbiamo avuta una soltanto, ma più di una per ogni parziale. Quanto accaduto dev’essere immagazzinato affinché non ricapiti. Mercoledì non ci sono stati il cinismo, la lucidità e la cattiveria per mettere ancora più pressione a chi c’era dall’altra parte della rete. Una prestazione molto buona a dispetto del punteggio senza il degno coronamento soltanto perché è mancata l’attenzione ai particolari. Un discorso che non è relativo alla partita, piuttosto all’allenamento. Non bisogna andare oltre l’errore banale, la leggerezza. Perché spesso è proprio questo ad indirizzare i match. Vibo non ha sbagliato, noi sì e la differenza si è notata. Da una grande squadra come loro bisogna imparare e trarre preziosi insegnamenti. Altrimenti non si riuscirà a fare il salto di qualità per competere al vertice”

CONTINUITA’ D’APPROCCIO – “Tra le tante note liete, l’approccio alla partita cosi anche al singolo set. Con Porto Viro bisogna ripeterci, per evitare che il compito si complichi di nuovo. Si tratta di una partita molto complessa contro un avversario esperto che cercherà di metterci in difficoltà per guadagnare terreno anche in classifica”.

Coach Gianluca Graziosi, domani alle 18, presenterà Jovanovic in palleggio, Padura Diaz opposto, Cargioli e Copelli al centro, Cominetti ed Held in banda e Toscani libero.

ARBITRI – Michele Marotta di Prato e Beatrice Cruccolini di Perugia; Video Check: Riccardo Gioia; segnapunti: Caterina Baccaglini

TV – Diretta Volleyballworld.tv (tutte le info e sottoscrizione abbonamenti www.volleyballworld.tv)