Bergamo-Ravenna 3-1

Bergamo-Ravenna 3-1 Previous item Del Monte® Coppa Italia... Next item Ravenna per riprendere la...

Un film che si ripete. L’Agnelli Tipiesse ricostruisce in casa ciò che distrugge fuori. Con Ravenna arrivano tre punti non belli, ma di rabbia, cuore e voglia di vincere. Come ha sottolineato Cominetti, eletto MVP, al termine della sfida si è vista una Bergamo in versione pugile capace di soffrire e di saper attendere il momento propizio per colpire. Esattamente ciò che è accaduto nel momento clou del match: Ravenna avanti 17-21 nel terzo e i nostri capaci di risalire e sorpassare per poi rompere gli argini.

Nel primo periodo in cui si innesca un interminabile punto a punto dopo il parziale ravennate (1-5, da 11-7 a 11-12) ci pensa capitan Cominetti a rompere gli indugi. Dopo un errore di Martins a regalare il break 22-20, ci vogliono tre punti di fila dello schiacciatore (5, 83%) per mantenerlo e mettere la freccia. Gli ospiti, sotto per un dettaglio in avvio, rientrano in campo portandosi 6-10 (block di Orioli su Padura Diaz) e quando doppiano (6-12) grazie ad un errore di Cargioli (sostituito da Cioffi), Bergamo va in bambola: sul 9-19 entra anche Catone ma non cambia nulla, come conferma in modo lampante il 24% in attacco (contro il 74 della Consar). Toccata la peggior versione di sè, l’Agnelli Tipiesse prova a mettere il musetto avanti (9-6, 13-10). Ci pensa però il predestinato Bovolenta, che aveva chiuso il secondo parziale con il 100%, a pareggiare a 13 dai nove metri e a sorpassare poco dopo ancora con il servizio di Ngapeth (14-16) a riportarsi avanti con una palla out di Held (16-18) Il + 4 esterno arriva con Martins e una palla lunga di Padura Diaz (17-21). Ma quando l’1-2 sembra dietro l’angolo, Bergamo si ricorda di essere Bergamo, gli avversari si ingarbugliano (11 errori contro 6) e piazza un clamoroso 8-1 chiuso con un ace da Held. Lo stesso laterale lancia i rossoblù al 13-10 nel quarto set e Cominetti mette a stretto giro il + 4. Entra Pahor e firma l’ace del 16-11, margine sufficiente per gestire il finale fissato da un servizio vincente di Padura Diaz. Per tre punti sofferti e provvidenziali. Per la classifica, per la serenità e per preparare a dovere la semifinale di Coppa Italia di mercoledì a Vibo Valentia.

Bergamo-Ravenna 3-1 (25-23 12-25 25-22 25-19)

Agnelli Tipiesse: Copelli 9, Jovanovic 2, Held 14, Cargioli 7, Padura Diaz 14, Cominetti 14, Toscani (L), Cioffi, Catone, Pahor 1. N.e. Mazzon, Lavorato, Baldi, De Luca. All. Graziosi
Consar: Mancini 5, Orioli 16, Arasomwan 10, Bovolenta 17, Pinali 3, Comparoni 9, Goi (L), Ceban,Ngapeth 6. N.e. Chiella , Truocchio, Tomassini. All. Bonitta

Arbitri: Spinnicchia, Giglio