Il giocatore del mese: Santangelo, luci ed ombre del bomber novembrino

Il giocatore del mese: Santangelo, luci ed ombre del bomber novembrino Previous item Pala Estra espugnato... Next item Comitato 4.0: il Natale...

Andrea Santangelo, classe 1994 per 2 metri di altezza è un giocatore misterioso che riserva molti punti di luce così come molti lati oscuri, un fuoco vivo innato pronto ad incendiarsi e ardere in campo, lo sguardo “assassino” ma anche sornione oltre la rete: questo è l’opposto orobico originario di Isernia a disposizione di mister Graziosi scelto per questo come “giocatore del mese di novembre”

Descritto dai compagni come un ottimo conversatore e uomo di spogliatoio, leader e mai soddisfatto, severo con se stesso che sa spendersi per i compagni e allo stesso tempo ama anche star solo e rilassarsi in solitudine. Nel mese di novembre oltre a festeggiare i suoi 26 anni ha anche dovuto affrontare una sfida molto dura: il Covid 19 alla squadra orobica non ha fatto sconti, Andrea ha affrontato in modo più duro la malattia, con sintomi più forti degli altri componenti del team, tuttavia ha accettato la sfida uscendone più forte di prima presentandosi all’appello della sfida derby con Brescia in ottima forma con 13 punti finali all’attivo.

LA STAMPA

Silvio Molinara per L’Eco di Bergamo:” È un giocatore che non scopriamo quest’anno, perché nelle ultime stagioni ha sempre fatto bene, in Italia (Cantù) e all’estero (Corea). È potente in attacco e in battuta e ha anche la capacità di variare i colpi in attacco. Sono convinto che la diagonale, composta da lui e Finoli, possa diventare l’arma in più di questa Agnelli Tipiesse.”

Eugenio Sorrentino del Terzo Tempo Sport Magazine:

” Per uno schiacciatore non è tanto importante fare un pingue bottino di punti, ma metterli a segno nelle fasi decisive, quando c’è da allungare o accorciare le distanze sull’avversario. Rileggendo lo score dei quattro set che hanno permesso ad Agnelli Tipiesse di piegare la resistenza della ambiziosa squadra tarantina, il contributo di Santangelo è stato fondamentale perché il suo martello in diagonale ha minimizzato il muro. Non solo, in quanto un braccio così efficace permette al palleggiatore di alternare il gioco e non dare punti di riferimento costanti in fase di attacco. In definitiva, Santangelo sta dimostrando a rete la lucidità e la precisione necessarie che gli permettono di individuare lo spiraglio per far passare la palla e impedirne la ricezione.”

Giordano Signorelli, da Prima Bergamo: “Dopo lo stop forzato causa Covid, l’Agnelli Tipiesse è ripartita fortissimo, mostrando una squadra compatta e di qualità. Ottimo l’apporto di tutti, ma in particolare spicca Andrea Santangelo per il suo impatto nei momenti decisivi dei set, confermando di essere un opposto di categoria con i suoi 17 punti di media a partita.”

I COMPAGNI DI SQUADRA

Gianluca Signorelli, amico e compagno di squadra che frequenta Andrea anche fuori dalla palestra lo descrive così:” Andrea è un ottimo compagno di squadra e di spogliatoio, gli piace molto chiacchierare di pallavolo, sport ma anche quotidianità o finanza, è molto intelligente e professionista serio ha grande esperienza e lo guardo con ammirazione essendo stato anche all’estero. Una persona con cui mi frequento volentieri anche fuori ma a lui piace molto anche stare da solo e rilassarsi e quando è il momento torna in compagnia.

Un aneddoto: chiama spesso i compagni per farsi prestare materiale da allenamento perché o non ha fatto in tempo la lavatrice o le magliette sono ancora bagnate, sono cose su cui scherziamo molto!”

LA SOCIETÀ

Il mental trainer Emanuele Arioli lo ha messo bene a fuoco:”Difficile non parlare del gruppo che si sta costruendo, ma sono dei singoli che si mettono a disposizione per costruire un gruppo squadra. Andrea si è rimesso in gioco dopo l’esperienza coreana venendo a Bergamo, sapendo quanto lavoro ci sarebbe stato x tornare sui suoi livelli ottimali. Va dato merito di essere stato capace a riuscire ad adattare le sue prestazioni in partita con il suo stato non ottimale rallentato anche dal periodo di non allenamento a causa Stop Covid. Sta dando molto a questa squadra ma non è ancora tutto e sta lavorando intensamente per trovare il suo swing come dicono nel golf, o la sua confidenza come viene detto tra i motociclisti o il ritmo gara dei ciclisti. Una volta trovato questo click, ci sarà da divertirsi.”

LO STAFF TECNICO

Il secondo allenatore Daniele Busi :”Nel dizionario dei sinonimi sotto la voce “opposto” troviamo il sinonimo “santangelo”. Un opposto doc (o tutto o niente). Giocatore caparbio, molto critico ed esigente con se stesso che sa mettersi a disposizione della squadra nei momenti che contano.”

Linda Stevanato-Ufficio stampa Agnelli Tipiesse